Cantina – ESENTA BORGO CASTELLO

Modalità di consegna

  • Giorni di consegna

    Venerdi,Sabato

  • Costo consegna
    Consegna Gratuita
  • Importo di spesa minimo
    60.00
  • Modalità di pagamento

    Contanti

Vino Biologico di propria produzione
Rosso BIO “Garda Marzemino DOC”
Vitigni:Marzemino minimo 85%,Rebo 15%
Da secoli coltivato nelle nostre zone, il Marzemino è un vitigno da cui si ottiene un vino secco dal colore rosso rubino con riflessi violacei, note di frutti rossi, spezie, tannico
Rosso BIO “Groppello Riviera del Garda DOC”
Uvaggio: Groppello Gentile minimo 85%, Marzemino 15%
Affinamento: acciaio e bottiglia
Vitigno autoctono della zona del Basso Garda, il Groppello, prende il suo nome dal termine dialettale “grop” che significa “nodo”, proprio per le caratteristiche del grappolo, molto compatto con acini grossi e buccia sottile. Per queste sue peculiarità si ottiene un vino fresco di pronta beva di un rosso rubino non troppo intenso con note delicate di spezia e frutti rossi. In parte minore il Marzemino contribuisce donando colore, corpo, tannicità e note fruttate più marcate. Il prodotto risultante è un vino fresco e beverino che comunque presenta un buona struttura e profumi intensi
Rosso BIO “Negritus”
Uvaggio: Cabernet Sauvignon 70% Rebo 30%
Affinamento: acciaio e bottiglia
Componente principale di questo vino è il Cabernet S., vitigno dalla grande adattabilità e dal carattere forte, in grado di trasmettere al vino i suoi inconfondibili caratteri: colore rosso rubino intenso, buona struttura e corpo, ricchezza di polifenoli e marcate note erbacee, di spezia e di frutta a bacca nera. Il Rebo, in percentuale minore, conferisce grado, colore e note fruttate (frutti di bosco).

Bianco BIO “Opus”
Uvaggio: Riesling Italico 70%, Incrocio Manzoni 30%
Affinamento: acciaio e bottiglia
Il vino che si ottiene rappresenta l’unione delle principali qualità dei due vitigni, seppure il riesling ne costituisca la stragrande maggioranza. Quest’ultimo infatti dona acidità e sapidità, note di frutta a polpa bianca come mela, mela cotogna, pera e pesca oltre a note agrumate, di albicocca e di erbe aromatiche, mentre l’incrocio Manzoni gli da una maggiore alcolicità, corpo e un’impronta di fiori bianchi e frutta tropicale. Si ottiene così un vino secco e fermo, dal colore giallo paglierino pieno, dal buon grado alcolico e corpo che mantiene comunque freschezza e aromaticità.

Barricato rosso BIO “Vino degli Elfi”
Uvaggio: Cabernet Sauvignon 60%, Marzemino 40%
Affinamento: 1 anno e mezzo in barrique di rovere francese e bottiglia
Costituito per i due terzi da vino affinato in barrique e per un terzo da vino ottenuto da uve passite anch’esso affinato in legno, il ”Vino degli Elfi” rappresenta il rosso di punta dell’azienda. L’appassimento, di circa due mesi, viene svolto in un locale ventilato dove i grappoli vengono adagiati in piccole cassette formando un singolo strato, in seguito ad una attenta selezione in vigneto delle uve più sane. Questa pratica favorisce la concentrazione di zuccheri, colore, aromi e tannini, che insieme alla naturale microossigenazione dell’affinamento in legno permette di ottenere un vino secco, dal colore granato intenso, dove i tannini evolvondo si sono ammorbiti e le note erbacee e di frutta fresca vengono sostituite da una leggera speziatura dolce (vaniglia) e da frutta rossa e nera matura (ciliegia, mora, mirtillo).
Passito Benaco Bresciano IGT BIO “Dolce Canto della Fenice”
Uvaggio: Incrocio Manzoni 70%, Riesling Italico 30%
Affinamento: 1-2 anni in barrique di rovere francese e bottiglia
Ottenuto dall’appassimento di uve selezione di Riesling e Incrocio Manzoni raccolte a mano in piccole cassette e conservate per 100 giorni in un apposito locale ventilato. In seguito affinato per circa 2 anni in botti di rovere. Ne risulta un vino dolce che presenta ancora le caratteristiche dei due vitigni utilizzati, in cui colori e aromi hanno subito una trasformazione: da giallo paglierino a un bel giallo ambrato, mentre le note di frutta fresca hanno lasciato il posto a quelle di frutta matura e disidratata (pesca e albicocca), canditi e miele. L’acidità del Riesling persiste, andando a bilanciare lo zucchero residuo senza rendere il vino stucchevole.

Non perderti nemmeno un aggiornamento della tua zona!